?

FATTO A MANO IN GERMANIA
Garanzia di rimborso di 30 giorni

Sta cercando qualcosa di speciale?

Systemicons_2_24x24

casse per orologi | Guarda Winder

custodie per carte di credito | Borse

Gemelli

vino | Spiriti

ACCESSORI PREGIATI

Il Tank Watch: Cartier e il Tank

  • 4 lettura minima

Dal 1918, il Cartier Tank è uno dei classici dell'azienda di fama mondiale. Quello che è poco noto, tuttavia, è che i primi esemplari di orologio da polso rettangolare furono dati a un generale americano e a un colonnello britannico, a ricordo del loro contributo alla pace durante la prima guerra mondiale.

Angolo, piatto e leggermente corazzato, il Tank è disegnato, due lancette nella classica forma Breguet indicano l'ora. I numeri romani erano già tipici allora.

Il "Tank" è una delle icone della gamma Cartier insieme alle serie "Santos" e "Pascha" e nel 2018 festeggia il suo centesimo compleanno. Negli anni '20, tuttavia, il Tank era più di un semplice orologio nuovo: aprì anche la strada al successo dell'orologio da polso in generale. A quel tempo c'era ancora poca accettazione di orologi da polso, orologi da tasca o orologi da tasca convertiti in orologi da polso sono ancora di moda. Con il Tank, Louis Cartier vuole creare un design integrato in cui il cinturino si fonde con la cassa e consente a entrambi di apparire come un unico pezzo - e per la prima volta si rompe con l'orologio tradizionalmente rotondo. Il bracciale diventa così per la prima volta un elemento ottico e non viene utilizzato solo come semplice accessorio.

L'orologiaio Edmond Jaeger, che dal 1906 collabora con il produttore di movimenti LeCoultre & Cie con sede a Vallée de Joux, in Svizzera, era responsabile dei valori interiori. Più tardi, Jaeger rilevò la fabbrica in Svizzera e formò il marchio Jaeger-LeCoultre.
Con il cabochon in zaffiro sulla corona, Cartier diede allora un segno che il Tank è rimasto fedele fino ad oggi . Il Tank arrivò addirittura sul grande schermo molto rapidamente: nel 1926, l'orologio fece la sua prima apparizione con la star del cinema muto Rodolfo Valentino in "Il figlio dello sceicco". Anche attori come Clark Gable o Gary Cooper indossavano un "carro armato", ma in seguito lo indossavano anche artisti come Andy Warhol e molte altre celebrità. Attori come Alain Delon erano considerati portatori di spicco anche in Francia, il loro paese d'origine.
I carri armati storici sono un vero investimento, un carro armato degli anni '20 può facilmente raggiungere prezzi fino a 30.000 euro e oltre. Particolarmente prezioso e raro è il "Tank Cintrée" allungato, la cui cassa non è solo più lunga di quella del "Tank Normale" ma anche ergonomicamente curva. La Cintrée fu presentata nel 1921 e, a differenza degli altri modelli di carri armati, alla fine degli anni '20 fu dotata anche di numeri arabi. Negli anni '20, Cartier iniziò anche a utilizzare il Tank come piattaforma per numerose varianti in tutte le direzioni. Il Tank Chinoise seguì nel 1922 con una cassa accentuata, particolarmente evidente per le anse ancora più prominenti basate sul motivo di un tempio cinese.


Il 1928 vide il lancio del "Tank à Guuchets", un orologio digitale che mostrava le ore ei minuti come dischi sotto una lastra in oro spazzolato o platino. Il display dell'ora è progettato per saltare. La corona di carica è montata a ore 12 e sottolinea il design sottile ed elegante. Sempre alla fine degli anni '20, arriva sul mercato il cronografo a pulsante singolo “Tortue”. Poco dopo, venne sul mercato l'orologio reversibile chiamato "Cabrio-Réversible", che ora è venduto come "Tank Basculante".
Il serbatoio è una costante, anche nei tempi che cambiano. Negli anni '50, star come Brigitte Bardot e Juliette Gréco indossavano un Tank, ma nel 1965 Pierre Cartier morì e l'azienda non era più a conduzione familiare. Passano quasi dieci anni prima che Cartier risorga sotto la direzione di Robert Hocq e Joseph Kanoui.


"Les Must de Cartier" ha dato l'esempio nel 1974 e ha contribuito ad aprire nuovi gruppi target.Il Tank è uno dei capi della nuova collezione fin dall'inizio Un nuovo materiale viene utilizzato anche nella produzione del più classico di tutti i modelli di Tank: il Vermeil. La cassa è realizzata in argento sterling 925 ed è poi placcata con oro 20 micron. I movimenti al quarzo vengono utilizzati per la prima volta negli orologi Cartier.
Oltre alla cassa rettangolare, alle lancette blu e ai numeri romani sul quadrante, il cabochon in zaffiro blu adorna ancora la corona. Il Tank rimane un evergreen che continua a reinventarsi. Nel 1989 il "Tank Américaine" riprende il motivo dell'orologio a cupola.


Il Tank Française è stato lanciato nel 1996 con un cinturino in acciaio inossidabile. L'orologio, disponibile in diverse combinazioni di materiali con movimento automatico o al quarzo, è decisamente più massiccio. Nel 2008, Cartier ha lanciato sul mercato il proprio movimento di manifattura, che ha anche celebrato la sua prima in Tank Américaine un anno dopo. Il calibro Punzone di Ginevra 9452 MC presenta un tourbillon a minuti volanti con gabbia a vista, a forma di “C” di Cartier. Il 2012 è anche l'anno del carro armato, con tre nuovi modelli in arrivo sul mercato. Vengono citate le caratteristiche storiche - in parte da vecchie collezioni, in parte dal quaderno di schizzi dello stesso Louis Cartier.


Così compaiono gli stilemi del "Tank LC" del 1922 su quadrante e cassa del "Tank Louis Cartier XL". Con poco più di 5 millimetri, l'orologio è significativamente più piatto rispetto al modello degli anni '20.
Dopo Tank Américaine e Tank Française, Tank Anglaise arriva per portare un po' di equilibrio nella distribuzione internazionale di orologi Tank. Il “Tank Folle” rompe con la forma rettangolare, che è tuttavia un carro armato dalle forme astratte: oltre alla corona cabochon, sono caratteristiche le lancette e il quadrante con la scala dei minuti Chemin-de-Fer. Fresco come 100 anni fa: The Tank è un classico.

.
IT
EUR €
IT